Il grande ritorno dell'Egitto: nel 2018 attesi 400mila turisti italiani


L'Egitto punta ad accogliere 400 mila turisti italiani nel solo 2018, quasi il doppio dell'anno precedente (255.148) e il triplo rispetto al 2016 quando dal nostro paese sono arrivati 131.458 visitatori con un incremento del 94,1%. E' questo l'auspicio dell’ambasciatore egiziano a Roma, Hisham Badr, che ha commentato con soddisfazione il fatto che i voli da Roma e Milano verso Sharm el Sheik siano raddoppiati, portando a circa 25-30 voli di differenti compagnie aree verso il paese delle piramidi. 

 Emad Abdalla, direttore dell’Egyptian Tourism Authority in Italia, ricorda come siano state istituite nuove rotte regolari da parte di Air Cairo con partenze da Milano, Napoli, Roma e Bari sul Mar Rosso e anche una nuova rotta da Milano Malpensa ad Alessandria d’Egitto. Anche Air Arabia ha lanciato di recente un volo diretto tra Milano Bergamo e Alessandra d’Egitto. La strategia dell’ente prevede la partecipazione alle fiere di settore, attivita di comarketing con operatori, associazioni e compagne aeree, workshop e roadshow in diverse città italiane. Ma anche la diversificazione dell’offerta attraverso la focalizzazione di nuovi prodotti, come gli itinerari religiosi della sacra famiglia e l’esodo di Mosè, city break a Il Cairo e ad Alessandria d’Egitto, nonché il turismo sportivo sul Mar Rosso con immersioni, windsurf, ciclismo e golf".

L'obiettivo di 400 mila turisti italiani è significativo per un paese che sta tentando in tutti i modi di uscire da una crisi politica difficile e dall'emergenza terrorismo che ha provocato negli ultimi anni numerosi attentati in varie parti del paese. Ma i controlli sono aumentati e il livello di sicurezza nel paese, soprattutto nelle zone turistiche, è cresciuto notevolmente. Ad ogni modo restano lontani i numeri del 2010, quando in Egitto arrivarono 1 milione 200 mila turisti.