La certificazione halal come opportunità per entrare nei mercati arabi: il 15 febbraio un seminario a Cagliari


 

La certificazione halal come opportunità di innovazione e internazionalizzazione di impresa è il titolo del seminario che si svolgerà al Lazzaretto di Cagliari (Sala Conferenze) giovedì 15 febbraio alle ore 9.30. Sono previsti i saluti istituzionali di Massimo Zedda (sindaco di Cagliari), Virginia Mura (Assessora regionale del Lavoro),Barbara Argiolas (Assessora regionale del Turismo) e Pierluigi Caria (Assessore regionale dell’Agricoltura). La giornata di lavoro è promossa dalla Camera di Cooperazione Italo Araba e dall’Agenzia Formativa ARAFORM.

IL PROGRAMMA

9.45 – 10.00 Presentazione del progetto “Verso i nuovi mercati Halal” – Michele Silenu (ARAFORM)
10.00 – 11.00 Certificazione Halal e nuovi trend del mercato islamico – Anna Maria Tiozzo (Presidente WHAD)

L’internazionalizzazione delle imprese: quali sono i rischi, le opportunità e le prospettive di crescita – Nicola Castelli (Manager e consulente presso la Camera di Cooperazione Italo-araba)

11.15 – 12.30 Il ruolo delle certificazioni alimentari – Carlo Scema (Presidente del Collegio degli agrotecnici)

Opportunità per le imprese agricole sarde – Luca Saba (Direttore generale della Coldiretti)

Interventi programmati: le esperienze

Caseificio di Nurri presenta il suo percorso di innovazione d’impresa nel settore agroalimentare realizzato con la certificazione Halal dei suoi processi produttivi – Pala Salvatore (rappresentante)

Le nuove frontiere della biocosmesi: l’esempio in Sardegna della Juveniis – Andrea Sorgia (rappresentante)

IL PROGETTO COMMERCIO E PRODUZIONI IN SARDEGNA

Halal è una parola araba che significa “lecito”, cioè tutto quanto permesso dalla religione musulmana. Le certificazioni sono quindi associate alle prescrizioni islamiche e attestano la conformità dei prodotti ai dettami religiosi. Esse sono fondamentali per il commercio in tutti i paesi della cosiddetta Halal Economy e, in generale, per tutti i consumatori di fede musulmana. Il progetto “Commercio e Produzioni Halal in Sardegna“, che verrà illustrato nel corso dell’evento, intende offrire alle imprese Sarde l’opportunità di sviluppo produttivo e commerciale orientato ai consumatori musulmani. Attraverso un intervento sulla filiera produttiva, finalizzato alla sensibilizzazione delle imprese isolane sul tema, si svilupperà la formazione degli operatori orientata ai mercati della “Halal Economy” e alla creazione di imprese specializzate nel settore. Questo intervento potrà contribuire alla crescita delle imprese sarde dei comparti agroalimentare, cosmetico, farmaceutico e turistico, sviluppando innovativi processi di produzione e commercializzazione per un mercato locale ed internazionale sempre più attento alle certificazioni Halal.

LA CAMERA DI COOPERAZIONE ITALO ARABA

La CCIA intende promuovere l’alta qualità italiana attraverso la rigorosa conformità agli standard. A tal fine si avvale della collaborazione del Centro di Certificazione Halal italiano WHAD – WORLD HALAL DEVELOPMENT, ente specializzato nell’ auditing halal di aziende alimentari, zootecniche, cosmetiche e farmaceutiche. Organizzato in cinque dipartimenti (tecnico, religioso, scientifico, accademico e legale), ha la sua sede principale a Verona ed è attivo in tutta Italia. Nello specifico, le aziende possono richiedere i seguenti servizi di consulenza:

– Marketing islamico

– Certificazione halal

– Certificazione halal e gluten free

– Turismo Islamic friendly

– Cucina 

– Test di laboratorio

– Norme di registrazione e commercializzazione dei prodotti nei paesi islamici

– Etichettatura e law compliance

– Pubbliche relazioni finalizzate a creare reti distributive

– Organizzazione di incontri territoriali per l’individuazione di specifiche opportunità e iniziative

– Realizzazione di seminari, convegni, incontri sui temi dell’utilizzo della certificazione halal nei processi di internazionalizzazione delle imprese verso i mercati arabi

– Iniziative informative, culturali e relazionali finalizzate allo sviluppo della conoscenza della certificazione halal e delle opportunità nei mercati arabi